Descrizione

L’azienda di Elisabetta Foradori, produce vini biodinamici di qualità incredibile, dove anche gli impercettibili difetti, sono lontani dalla sua filosoia. 
L’Azienda nasce nel 1901, nel 1984 Elisabetta, terminati gli studi a S. Michele all’Adige, affronta la sua prima vendemmia ed inizia le selezioni massali sui vitigni autoctoni trentini. 
Nel 2000 c’è la conversione in biodinamico e nel 2009 la certificazione Demeter.

…si legge nel suo sito: 

La conoscenza dei ritmi e dei cicli della natura si è perfezionata nel tempo con l’osservazione: ogni stagione ci porta cose nuove, ogni giorno insegna e ci fa capire. 

Abbiamo imparato a metterci in ascolto per cogliere le sottili differenze esistenti in natura, abbiamo imparato a preservare la sincerità del carattere dell’uva nell’espressione del suo luogo d’origine. 
La nostra gestualità agricola si eleva così a creatività: abbiamo il compito e il privilegio di alzarci ogni mattino e di essere liberi di lavorare assecondando il messaggio che la terra ci vuole dare in quel momento. 

Lavoriamo fra le montagne coltivando principalmente Teroldego e Pinot Grigio nei suoli alluvionali del Campo Rotaliano, Nosiola e Manzoni Bianco sulle colline argilloso-calcaree di Cognola.

In questa serata straordinaria, Elisabetta Foradori Stefano Sarasso ci guideranno alla scoperta di una selezione di vini biodinamici, alcuni dei quali realizzati in Anfora: uno strumento ancestrale che permette di realizzare maturazioni inaspettate e di elevata complessità. Sarà interessante confrontare i vini in funzione dello strumento di elevazione impiegato. 

I vini in degustazione:

  • Fontanasanta Nosiola 2017
  • Fontanasanta Nosiola 2014
  • Morei Cilindrica 2016
  • Morei 2017
  • Sgarzon cilindrica 2016
  • Sgarzon 2017

Le Anfore di Elisabetta Foradori

Delegazione: Castelli Romani
Contributo unitario: 20,00
Posti rimanenti:

65 disponibili

Date evento:  - 15 Febbraio 2019 -  20:00 23:00